In un momento storico particolarmente delicato per il nostro Paese, è con orgoglio che apprendiamo la notizia che l’Italia si è aggiudicata il primato nel campo della chirurgia robotica: dal 2017 sono stati effettuati 18 mila interventi ed è stato installato il n.100 Robot da Vinci, che rappresenta ormai una realtà clinica diffusa in diversi Centri, al policlinico di Catania, che ha permesso il grande balzo in avanti del nostro Paese superando così la Germania e il Regno Unito.
Mutua Mba, società di mutuo soccorso, ha più volte sottolineato negli articoli pubblicati negli anni l’importanza dei robot in sala operatoria, evidenziando i vantaggi sia per il paziente che per gli operatori di questi nuovi disposti che stanno prendendo sempre più piede in in Italia, soprattutto nel settore dell’urologia con il 67% di interventi, seguita da chirurgia generale (16%) e ginecologia (10%).
A questo si aggiungono caratteristiche come la visione tridimensionale immersiva, in grado di moltiplicare fino a 10 volte la normale visione dell’occhio umano. Quasi tutte le Regioni italiane sono dotate di robot in sala operatoria, ed è avviato un percorso di uniformazione tra Nord e Sud.

Related posts: