imageUno sguardo verso il futuro della nazione, una e indivisibile, come vuole la nostra Costituzione, rievoca la memoria del paese e le ragioni di quell’unità e indivisibilità come fonte di ogni avanzamento, tanto del Nord quanto del Sud, in un sempre più arduo contesto mondiale. Un contesto in cui anche l’innovazione tecnologica recita un ruolo di prim’ordine: contro gli anni che passano, la chiave del ringiovanimento per le istituzioni sta proprio nell’innovazione intesa come ringiovanimento tecnologico, all’interno del quale la Repubblica Italiana ha dimostrato di sapersi destreggiare, permettendo, a chiunque voglia visitare il Palazzo del Quirinale sul suo sito istituzionale, di farlo con quella velocità e immediatezza proprie del mondo high-tech. Dal Cortile d’Onore al Salone delle Feste si attraversano oltre cinque secoli di storia con una visita virtuale a 360 gradi che proietta il visitatore all’interno dell’edificio, permettendogli di rivivere tutta la storia che ha portato il nostro Paese all’unità, con una proiezione digitale in alta definizione. Tra i 25 ambienti della visita virtuale, alcuni dei numerosi cenni storico-artistici appaiono davvero suggestivi: la Scala del Mascarino con i suoi maestosi e affascinanti effetti chiaroscurali; la Sala degli Specchi o il Salone delle Feste permettono di vedere da vicino e con minuzia di particolari gli angoli dove si svolgono le attività istituzionali più importanti del Quirinale; la Cappella dell’Annunziata con affreschi dedicati alla vita della Vergine. Ogni ambiente diventa una meta di questo tour virtuale che assicura una totale ”immersione”, rispondendo alle esigenze sempre più stringenti di dare importanza alle tecnologie legate all’arte e ai palazzi storici, anche e soprattutto per mantenere e divulgare quanto più possibile le meraviglie partenopee, restando comodi sul proprio divano, ma visitando con un click il Quirinale e onorare la nostra Repubblica 2.0!

 

Related posts: