Una capsula che si libra sospesa, un treno supersonico che viaggia in un tubo. No, non è l’immagine di un film di fantascienza, è il treno Hyperloop, che potrà viaggiare alla velocità del suono, percorrendo oltre 500 km in 28 minuti (circa 1.200 km/h) collegando Cleveland e Chicago.

Ed anche in questa occasione si sente parlare di Elon Musk. Quando ipotizzò il treno del futuro come un apparecchio a levitazione magnetica, capace cioè di viaggiare su delle rotaie, ma senza toccarle all’interno di un tubo, pochi gli diedero credito.

Ora ci ritroviamo a leggere che la preparazione per gli scavi di Hyperloop, è stata approvata dal governo americano grazie alla richiesta di The Boring Company, società nata per volere proprio di Musk nel 2016, con l’obiettivo di risolvere i problemi di traffico e viabilità.

Il progetto parte da una startup italiana, creata da Bibop G. Gresta (tra i fondatori di Digital Magics), ed è controllata dalla società Jumpstarter. Si chiama Hyperloop Transportation Technologies (HTT | HyperloopTT) ed ha firmato gli accordi ufficiali con la Northeast Ohio Coordination Agency, agenzia di trasporti e pianificazione ambientale e il Dipartimento dei Trasporti dell’Illinois, per iniziare lo studio di fattibilità per creare il primo collegamento interstatale del treno Hyperloop negli Stati Uniti.

Il treno del futuro senza rotaie, che coprirà la distanza tra San Francisco e Los Angeles in 34 minuti. E che da noi potrebbe diventare realtà in soli quattro anni.

 

Related posts: