In pieno stile Amazon ed in perfetta armonia con le tendenze social attuali, un tweet ha annunciato un progetto che potrebbe rivoluzionare il modo di fare la spesa. Il nome di questa trovata è Amazon Go, (dall’inglese “to go”, andare) e di speciale è che si tratta di un comune supermercato che di comune, peró ha ben poco: infatti, si fanno acquisti senza tirare fuori il portafoglio e, cosa ancora più interessante, senza fare la fila in cassa. Ovviamente, però, ciò che si compra, si paga, anche se direttamente con la carta di credito, grazie a un’app che tiene traccia dei prodotti messi in borsa e che preleva direttamente dalla carta dell’account del cliente, inviandogli uno scontrino virtuale all’uscita. Momentaneamente, è prevista l’apertura di un unico punto vendita, in Blanchard Street a Seattle, aperto in versione “beta” e dunque accessibile esclusivamente dai dipendenti di Amazon. Se i test in corso andranno a buon fine, il supermercato senza cassa potrebbe aprire al grande pubblico già nei primi mesi del 2017. Ma come funziona il supermercato del futuro? Una volta entrati, ci si registra attraverso la scansione di un codice sullo schermo dello smartphone che, effettuata questa procedura, diventa inutile grazie ad un sistema di telecamere e sensori presenti sugli scaffali, nonché di algoritmi di apprendimento automatico (simili a quelli presenti sulle auto senza conducente) tiene traccia di ogni prodotto preso così come dei “ripensamenti”, delle merci cioè prima prese e poi rimesse a posto. Una volta usciti, gli acquisti sono addebitati sulla carta di credito, e arriva sul cellulare una ricevuta per poter controllare eventuali errori. L’obiettivo è velocizzare gli acquisti, dando al cliente una sensazione di maggiore libertà: tuttavia mentre si fa la spesa, gli algoritmi memorizzano le preferenze di ciascuno, tenendo traccia delle sue abitudini di acquisto, elaborando nuove preferenze da suggerire attraverso l’app e identificando le posizioni migliori per le merci sugli scaffali. Liberati dal peso psicologico del pagamento alla cassa e dalle attese, i consumatori potrebbero finire con lo spendere di più (come spesso avviene quando acquistiamo online). Certo è che Amazon Go fa paura alle catene di supermercati, che guardano al progetto con preoccupazione, anche se è ancora prematuro affermare che questo sarà il nuovo modo di fare la spesa!

Related posts: