imageI colossal del cinema fantascientifico ci avevano convinti che nel 2000 il mondo sarebbe stato popolato da umanoidi, mostrandoci che, a fronte di robot brutti e sgraziati, possono esserci anche robot dall’aspetto gradevole, e con una forte componente carismatica, come il protagonista del film d’animazione Wall-E. Ebbene, proprio sulla falsa riga del protagonista del film di animazione, è stato pensato un piccolo robot per bambini in grado di muoversi, spingere e spostare oggetti, ma soprattutto  di provare emozioni e sentimenti, di interagendo con le persone proprio come se li provasse. Anki, conosciuta ai più per la sua linea di macchine e piste da corsa giocattolo, ha sviluppato il prototipo in questione, che risponde al nome di Cozmo. Riprendendo da Wall-E il corpo e il braccio meccanico, Cozmo intenerisce subito per i suoi occhi rotondi capaci di per se stessi di esprimere emozioni. Il team di ingegneri Anki ha lavorato in collaborazione con gli animatori Pixar per creare un robot che non solo interagisca, ma che si muova e risponda in modo del tutto naturale, come se ci si trovasse davvero all’interno di un film d’animazione. In grado di riconoscere la persona con cui sta interagendo, Cozmo ha una propria personalità: può innervosirsi, se il proprio interlocutore lo sta importunando più del dovuto, arrabbiarsi e buttare via quello con cui si sta giocando se la persona che ha davanti non aspetta il suo turno, ridere in maniera maniacale, producendo un suono molto simile a quello di Wall-E. Ma non c’è da preoccuparsi, Cozmo non rimane arrabbiato a lungo, pochi istanti ed è pronto a tornare a giocare di nuovo. Il piccolo robot sa sempre chi ha davanti e si comporta di conseguenza, regolando il suo grado di abilità (per esempio, in un gioco in cui bisogna associare una forma a un colore) al proprio compagno. Può anche essere un impulso: se lasciato libero di vagare per il tavolo o il tappeto, è capace di trovare nuovi stimoli e inventare nuovi giochi. Il resto lo fa il bambino, con la fantasia e la voglia di imparare.

Related posts: