Dopo il BlackPhone a prova di spia presentato a Barcellona, la nota compagnia aerea Boeing annuncia il suo ingresso nel settore degli smartphone Android presentando il suo primo Boeing Black, tramite comunicato presso il proprio sito internet. Riservato agli agenti dell’intelligence, è il primo esemplare di smartphone che, oltre a resistere ad urti e polvere, si autodistrugge se si cerca di sbloccarlo. Costruito con un design modulare, in realtà porta con sé precise funzioni per la sicurezza che lo distinguono nettamente dalle proposte concorrenti. Non un dispositivo commerciale quindi: lo scopo di Boeing è infatti quello di fornire un dispositivo in grado di offrire sicurezza e affidabilità degne di un device destinato a servire gli enti governativi statunitensi. Tra le specifiche tecniche, rilevanza assume la presenza di una porta di espansione modulare in grado di connettere lo smartphone con diverso genere di equipaggiamento a seconda della missione in cui viene impiegato, come ad esempio una batteria aggiuntiva dotata di pannello per la ricarica solare, sistemi di localizzazione potenziati, supporto alle chiamate satellitari, sensori biometrici e molto altro. Boeing assicura elevati standard di sicurezza, sfruttando la propria architettura Boeing PureSecure in grado di offrire una totale protezione dei dati, sin dal momento dell’avvio del dispositivo, basato su Android. Un prodotto più sicuro della media, capace di autodistruggersi ma anche di funzionare come classico smartphone Android.

Related posts: