02Nella società moderna, sempre più globalizzata e sempre più di corsa, viaggiare utilizzando l’aereo come mezzo di trasporto è sempre più un’abitudine. Numerose compagnie aeree offrono molteplici voli a prezzi low-cost, con la conseguenza, però, che anche il servizio diventi un po’ di bassa qualità. Infatti, chi viaggi nota che i voli sono sempre più affollati di persone e il posto a sedere è sempre più scomodo, con sedili stretti, piccoli e con poco spazio libero per le gambe. Oggi, però, ogni singolo aspetto dell’esperienza di viaggio in aereo è attualmente in fase di revisionamento. Gli aerei del futuro avranno delle capsule al posto delle poltrone, che saranno più ampie del 30%, più confortevoli, più interattive e più discrete. Ne è convinta la società britannica Factorydesign che ha disegnato il prototipo della cabina di un aereo chiamato Air Lair, che sarà disponibile solo in Prima e in Business Class. Le poltrone saranno su due livelli e avranno una forma arrotondata come il guscio di un uovo; saranno ergonomiche e potranno essere allungate formando dei veri letti su cui sdraiarsi durante i lunghi voli. Ogni postazione avrà la propria luce di cortesia con cromoterapia, un proiettore che trasmette i film su uno schermo anteriore individuale e un alloggiamento per iPod personale. Ciascun passeggero potrà dunque controllare la propria poltrona e il proprio ambiente senza disturbare il vicino di posto e senza essere a sua volta disturbato. Quanto alla classe Economy, invece, le poltrone saranno più piccole, con l’obiettivo di occupare meno spazio. E’ stato progettato inoltre un bagno più elegante ed un più spazioso vano porta bagagli. Inoltre gli aeroplani saranno dotati di finestrini più grandi per consentire una migliore visione del panorama da parte dei passeggeri. Lusso e comodità sembrano dunque essere le chiavi di volta per il futuro ad alta quota, ma anche l’intrattenimento giocherà un ruolo chiave nella rivoluzione dei giganti del cielo: Panasonic sta progettando Waterfront, un futuristico programma per la creazione di vere e proprie stanze, in cui il passeggero potrà controllare il sistema di intrattenimento dell’aereo, completo di capacità di riproduzione di video 4k, mentre le società Thales e B/E, specializzate nel settore aerospaziale, stanno pensando a postazioni per passeggeri che, interfacciandosi con i rispettivi dispositivi mobili, ne conoscano in anticipo gusti e preferenze e siano anche in grado di interrompere un film per riprenderlo nel punto esatto in cui sia stato eventualmente interrotto alla fine del volo. Programma diverso per l’olandese AirFi, che punta ad ottimizzare gli spazi optando per lo streaming dei contenuti direttamente sui dispositivi dei passeggeri, contribuendo così anche alla riduzione del peso dell’aereo. Ancora diversa la soluzione di Aeromexico per la connessione satellitare a Internet Gogo 2KU, che consentirà ai passeggeri di seguire le proprie serie TV preferite di Netflix. Fantasia? No, realtà, che per l’australiana Qantas e per Transavia, compagnia low cost del gruppo Air France/KLM, diventa aumentata, grazie alla sperimentazione dell’uso a bordo di visori per la realtà virtuale, utili sia per offrire contenuti multimediali senza occupare troppo spazio, sia per calmare i passeggeri che hanno paura di volare. Non ci resta che attendere l’introduzione di queste novità nelle cabine dei voli di linea, al fine di migliorare le condizioni di viaggio di tutti i passeggeri, e prenotare la prossima vacanza da sogno!

Related posts: